Il cammino sinodale della Chiesa tedesca è un cammino “di conversione e rinnovamento” suscitato anche dalla “grave crisi” causata dallo scandalo degli abusi sessuali che ha sconvolto la Chiesa in Germania a partire dal 2010. Vi partecipano tutti i 69 vescovi della Conferenza episcopale (DBK), altrettanti membri del Comitato centrale dei cattolici (ZdK), e in più rappresentanti dei religiosi e delle consacrate, dei giovani, dei diaconi e di altre realtà ecclesiali. L’Assemblea, che si chiuderà sabato, conta quindi 230 membri – tra cui 66 donne – e viene presieduta, pariteticamente, dal presidente della DBK, il cardinale di Monaco Reinhard Marx e quello del ZdK, Thomas Sternberg.

Quattro i temi scelti per il confronto: “potere e divisione dei poteri nella Chiesa”; “vita sacerdotale oggi”; “donne nei servizi e nei ministeri della Chiesa”; “amore e sessualità”.

* * *

Il Cammino sinodale – La storia

L’Assemblea plenaria di primavera della Conferenza Episcopale Tedesca che si è tenuta dal 11 al 14 marzo 2019 a Lingen è stata influenzata dal cosiddetto studio MHG sul rilevamento di casi di abusi sessuali nell’area della Chiesa Cattolica. La precedente Assemblea Plenaria (autunnale) aveva avuto luogo nel settembre 2018.

Fino alla primavera del 2019, nelle riunioni del Consiglio permanente i vescovi tedeschi avevano ripetutamente affrontato il problema delle conseguenze derivanti dallo studio MHG (Progetto scientifico “Abuso sessuale di minori da parte di sacerdoti cattolici, diaconi e religiosi di sesso maschile nella giurisdizione della Conferenza Episcopale Tedesca”). Già nel settembre 2018 l’Assemblea Plenaria aveva dichiarato: “Discuteremo le sfide specifiche della Chiesa cattolica, come il problema del celibato sacerdotale e i vari aspetti della morale sessuale cattolica in una sincera discussione con la partecipazione di esperti di diverse discipline”.

Una giornata di studio organizzata a Lingen durante l’Assemblea plenaria si è occupata dei problemi emersi nello studio MHG sugli abusi sessuali: “Il problema della svolta, giornata di studi su problemi generali di attualità.” Le conferenze che si sono tenute per l’occasione sono state pubblicate su dbk.de.

A Lingen era ormai diventato lampante: eventi traumatici richiedono metodi speciali. La Germania si trova ad una svolta. Lo studio sugli abusi e, di conseguenza, la richiesta di riforme da parte di molti, dimostra che la Chiesa in Germania è ad una svolta. La fede può crescere e approfondirsi solo se ci si libera dai blocchi del pensiero, se si affronta un dibattito libero e aperto e si sviluppa la capacità di prendere nuove posizioni e di percorrere nuove strade.

La decisione a favore del Cammino sinodale

A Lingen, quindi, si è optato per il Cammino sinodale. Vigeva la convinzione che la Chiesa aveva bisogno di un procedere sinodale. Anche Papa Francesco lo raccomanda. Ma anche la Chiesa in Germania non riparte da zero. Il “Sinodo congiunto delle diocesi della Repubblica Federale di Germania” (“Sinodo di Würzburg”, dal 1971 al 1975), il “Sinodo pastorale della Chiesa cattolica nella RDT” (1973 – 1975), nonché i colloqui degli anni passati hanno preparato il terreno, anche quello di molte sfide attuali. Nella conferenza stampa di chiusura dell’Assemblea Generale di Lingen il cardinale Reinhard Marx ha dichiarato che è stato deciso “di seguire un percorso sinodale vincolante come Chiesa in Germania, che permetta un dibattito strutturato e si svolga in un periodo concordato insieme al Comitato Centrale dei Cattolici Tedeschi. Creeremo formati per dibattiti aperti e ci impegneremo in procedure che consentano una partecipazione responsabile di donne e uomini nelle nostre diocesi. Vogliamo essere una Chiesa dell’ascolto. Abbiamo bisogno del consiglio di persone distanti dalla Chiesa”.

Il Cardinale Marx ha anche spiegato quali aspetti dovrebbero avere un ruolo nel Cammino sinodale:
“Conosciamo i casi di abuso di potere da parte di religiosi. Essi tradiscono la fiducia delle persone che cercano appoggio e orientamento religioso. Ciò che deve essere fatto per ridurre i poteri e per costruire un ordine più giusto e giuridicamente vincolante sarà chiarito nel Cammino sinodale. L’istituzione di tribunali amministrativi fa parte di questo processo.
Noi sappiamo che la vita dei vescovi e dei sacerdoti richiede cambiamenti a testimonianza della libertà interiore che proviene dalla fede e dell’orientamento all’esempio di Gesù Cristo. Apprezziamo il celibato come espressione del legame religioso con Dio. Scopriremo fino a che punto esso deve far parte della testimonianza del sacerdote nella nostra Chiesa.
La teologia e le scienze umane non hanno ancora fornito alla morale sessuale della Chiesa delle informazioni decisive. Il significato della sessualità per la persona non ha ricevuto sufficiente attenzione. Il risultato è che l’educazione sessuale non dà nessun orientamento alla stragrande maggioranza dei battezzati. Essa occupa un’esistenza di nicchia. Noi percepiamo quante volte abbiamo difficoltà a parlare di questioni relative al comportamento sessuale di oggi”.

Consultazioni del Comitato Centrale dei Cattolici Tedeschi

Nella sua Assemblea plenaria del 10-11 maggio 2019 a Magonza il Comitato Centrale dei Cattolici Tedeschi (ZdK) ha trattato la questione del Cammino sinodale della Chiesa in Germania. Con una netta maggioranza l’Assemblea plenaria ha votato per contribuire a dare una forma costruttiva a questa procedura. Il Presidio e il Comitato Centrale hanno ricevuto dall’Assemblea Plenaria l’incarico di proseguire la cooperazione vincolante con la Conferenza Episcopale Tedesca sotto la comune presidenza, di fornire il personale e i mezzi finanziari necessari e di garantire il collegamento in rete dei rappresentanti del Comitato Centrale (ZdK).

La lettera di Papa Francesco del 29 giugno 2019

Per la prima volta nella storia recente Papa Francesco ha scritto una lettera “Al popolo di Dio pellegrino in Germania”. Questa lettera riprende anche gli scopi del Cammino sinodale. Il Presidente della Conferenza Episcopale Tedesca, il Cardinale Reinhard Marx, e il Presidente del Comitato Centrale dei Cattolici Tedeschi (ZdK), il Prof. Dr. Thomas Sternberg, hanno commentato insieme questa lettera.

Quale è il prossimo passo?

Le Assemblee sinodali del 2020 si terranno dal 30 gennaio al 1° febbraio 2020 e dal 3 al 5 settembre 2020 a Francoforte sul Meno.

Documenti

Qui è possibile scaricare alcuni testi relativi al Cammino sinodale e del suo Statuto.

Statuto del cammino sinodale

FAQ cammino sinodale

Lettera di Papa Francesco ai fedeli in Germania (29.06.2019)

Lettera del Kard. Marx e del Prof. Dr. Sternberg (01.12.2019)

(tratto da: https://www.synodalerweg.de)