//Incontro con la Chiesa Protestante, Luterana e Riformata

Incontro con la Chiesa Protestante, Luterana e Riformata

Oggi abbiamo incontrato in Casarchè la pastora Nora Foeth della Chiesa Protestante (Luterana e Riformata) di Milano che, dopo una breve visita alla comunità, si è intrattenuta con noi. L’incontro ha avuto inizio con la seguente preghiera di Frère Roger Schutz (tratta dal testo «Pensieri e parole»):

Spirito Santo

vieni e deponi nei nostri cuori

il desiderio di avanzare

verso una comunione,

sei tu che ci guidi.

Tu che ci ami ispira il cuore

di chi cerca una pace…

e donaci di porre la fiducia

là dove ci sono i contrasti.

Dio che ci ami,

Tu conosci le nostre fragilità.

Tuttavia con la presenza

del tuo santo Spirito,

tu vieni a trasfigurarle

a tal punto che le ombre stesse

possono illuminarsi all’interno.

Dio che ci ami, rendici umili,

donaci una grande semplicità

nella nostra preghiera,

nelle relazioni umane,

nell’accoglienza.

La pastora ha ricordato come nel dialogo degli ultimi cinquant’anni, cattolici e protestanti abbiano cercato di superare la dottrina della “giustificazione per fede”. Oggi, questo punto non ci separa più, si è passati dal conflitto alla comunione.

Secondo Lutero non possiamo “vendere il perdono di Dio”, Lui ce lo dona, noi dobbiamo solo accettarlo. Inoltre Lutero affermava che è la Bibbia la massima autorità, non il Papa.

Il fedele non deve avere un “mediatore” tra lui e Dio.  Ogni fedele deve approfondire autonomamente la conoscenza della Parola di Dio, leggere la Bibbia per sviluppare ed esprimere una fede concreta, propria. I pastori hanno il compito di aiutare nell’interpretazione della Bibbia.

Una differenza permane ancora tra luterani e cattolici ed è il problema della “successione apostolica” come autorità trasmessa ai vescovi dagli apostoli, successione che la Chiesa luterana non riconosce, pur avendo una sua gerarchia, tale da prevedere anche per le donne il ruolo di pastore.

La Comunità Protestante esiste a Milano dal 1850. Fondata da svizzeri riformati e da luterani tedeschi.

Nel 1864 avviene la costruzione della chiesa, improntata alla semplicità, la cui architettura doveva essere priva di caratteristiche troppo evidenti, per esempio il campanile, per non richiamare attenzione e opposizioni.

Il territorio di competenza della comunità si estende a gran parte della Lombardia. I circa seicento membri luterani e riformati di varia nazionalità abitano a Milano o nell’hinterland. Spesso i culti vengono svolti in alcune località della provincia di Varese.

Nella comunità risiede sia la sede pastorale luterana che quella riformata, quindi entrambi queste tradizioni protestanti sono rappresentate. E’ una particolarità di questa chiesa la convivenza di due confessioni, tra le quali in passato non sono mancati conflitti.

La Chiesa protestante luterana appartiene al Consiglio delle Chiese di Milano e pratica il dialogo ecumenico.

A questa breve presentazione è seguito un confronto sulla diversa interpretazione della Santa Cena. Uno dei principali problemi dogmatici che limitano la vera comunione, cioè il fatto che non si possa celebrare insieme la Cena del Signore.

Nella Chiesa luterana si partecipa alla comunione sotto le due specie.

Si è sottolineato come questa modalità avviene talvolta anche in alcune parrocchie della chiesa cattolica e come, inoltre, il concetto di “transustanziazione” che ci separa dai protestanti, sia ormai di fatto superato, in quanto recenti documenti hanno reinterpretato questa categoria filosofica in termini più biblici e meno scolastici.

Citiamo infatti una frase, spesso ripetuta dal Card. Martini, ovvero che: “L’Eucarestia non si nega a nessuno”. In effetti, chi si merita la comunione? E’ forse stata negata a Giuda e a Pietro?

La pastora Foeth ha quindi spiegato come nella loro Chiesa venga preparato e nominato un Pastore.

E’ necessario aver studiato teologia a livello universitario. A questa preparazione segue una formazione pratica che dura due anni e durante questo periodo l’aspirante pastore viene affiancato da un pastore di ruolo. Quindi sostiene un esame e fa domanda per una chiesa. Dopo un periodo di prova di circa due anni il pastore sceglie un posto vacante e fa domanda per coprirlo.

In Italia le chiese pubblicano un bando che segue una procedura dettagliata e precisa.

Sollecitata da altre domande relative alle attività che si svolgono presso la sua chiesa, la pastora Foeth ha sottolineato come il numero non rilevante dei fedeli rende difficile organizzare impegnative attività di diaconia.  Si augura tuttavia di trovare volontari che si impegnino in particolare ad aiutare i richiedenti asilo (sopratutto iraniani) che, dopo un soggiorno di qualche anno in Germania, vengono rimandati in Italia (come paese di prima accoglienza) e per i quali, ormai a conoscenza della lingua e del culto, spesso la chiesa luterana potrebbe essere un punto di riferimento.

Ma non è facile trovare fedeli interessati che possano impegnarsi per tempi lunghi.

Presso la comunità vengono svolti corsi di catechesi, soprattutto per i giovani, attività di culto e di studio della Bibbia attraverso varie metodologie.

E’ previsto un gruppo di laboratorio cristiano in cui si studiano testi biblici, si leggono libri di vari teologi e si affrontano anche tematiche diverse, partendo ad esempio dalla visione e dal commento di film.

Si è inoltre sperimentata la drammatizzazione di un testo biblico. Dopo la lettura i partecipanti interpretano i vari personaggi del testo considerato e, in conclusione, vengono raccolte le impressioni che il testo ha suscitato.

Utilizzando il bellissimo organo presente nella loro chiesa (organo Tamburini) spesso vengono eseguiti concerti.

Accanto alla chiesa è stato collocato un Orto della Fede, segno di raccoglimento e di salvaguardia e cura del Creato.

Concludiamo infine l’incontro auspicando, in futuro, di poter collaborare con la comunità protestante per qualche attività di diaconia e di approfondimento biblico.

Milano, nove giugno duemiladiciotto

Per un approfondimento sulla Chiesa protestante si propone un documento tratto dal sito: www.consigliochiesemilano.it: Approfondimento Chiesa Protestante

2018-10-29T14:07:18+00:00giugno 9th, 2018|Ecumenismo e dialogo (vedi tutti) >|