Anche noi, o Cristo, domandiamo perdono:
come gli apostoli ancora non sappiamo cosa vogliamo,
cosa chiediamo pur di non bere quel calice amaro.
Quando tu sempre continui a dirci:
«Voi ben sapete che principi e capi
dopo aver sfruttato la gente esercitando ad arbitrio il potere
benefattori si fanno chiamare».
Le nostre eucaristie saranno vere
se noi pure faremo gli uni agli altri
quanto tu stesso hai fatto per noi:
solo così saremo la tua eucaristia vivente.
Amen.