Dio dei nostri padri,
Dio dei vivi e dei morti,
donaci di credere
come ha creduto
e sperato il nostro padre Abramo.

Signore, la tua parola
continui a farci liberi:
pure noi siamo un popolo
di dura cervice,
ma tu perdona le nostre colpe
e continua a fare di noi la tua eredità;
fa’ che vediamo il tuo giorno, Signore,
per gioire anche noi come Abramo.
Amen.