Signore,
sulle scogliere della nostra ragione,
più che nel caos delle origini,
ora, come il vento che agita il mare,
si libri il tuo Spirito.

Il tuo Spirito faccia di ogni cuore un roveto,
e tu dalle fiamme continua a parlarci:
per sentire quello che tu senti,
per essere quello che tu vuoi,
per giudicare come tu giudichi.

O Spirito, candida luce del Padre e del Figlio,
ultima teofania del mondo
fa’ della tua chiesa
una pentecoste vivente.

Amen.