“Lanciamo un appello all’Unione Europea, alle istituzioni, ai governi a tutta la società civile – si legge nell’appello – affinché ognuno si assuma le proprie responsabilità impegnandosi a garantire la libera circolazione dentro lo spazio comunitario per assistere e denunciare le violazioni dei diritti umani; attivare una immediata evacuazione verso l’Unione Europea delle persone attualmente ospitate nei campi della Bosnia Herzegovina dando la precedenza ai soggetti più fragili e alle famiglie con bambini. Nel frattempo – prosegue l’appello – garantire da subito aiuto e assistenza umanitaria a favore di tutti i profughi dei campi e di coloro che si trovano lungo tutta la rotta balcanica”.